ROBERT KENNEDY JR: una nuova speranza per l’umanità? Lo storico discorso al Saint Anselm College

Set 20, 2023 | Blog

C’è un candidato che concorre alla candidatura per le elezioni americane del 2024 di cui il Mainstream parla molto poco. Questo personaggio è Robert Kennedy Jr. Il motivo risiede nei temi rivoluzionari e antisistema, che sta portando avanti nei suoi discorsi, temi che diverrebbero l’ossatura portante della sua eventuale presidenza degli Stati Uniti. Talmente scomodi che stanno mettendo a repentaglio la sua vita. 

Infatti, come accadde per John Fitzgerald Kennedy (22 novembre 1963) e Robert ‘Bob’ Kennedy (6 giugno 1968) anche l’attuale candidato alla presidenza Robert Kennedy Jr è entrato nel mirino: un uomo armato di pistola, che si è finto un agente federale di ordine pubblico (un U.S. Marshal), è stato arrestato mentre cercava con l’inganno di avvicinarsi al candidato alla presidenza durante un evento della campagna elettorale al Wilshire Ebell Theatre di Los Angeles.

La notizia è stata confermata dal Dipartimento di Polizia di Los Angeles: nessuno è rimasto ferito nell’incidente, dichiarano le fonti, aggiungendo che il soggetto aveva uno zaino, contenente almeno un’altra pistola, diversi coltelli e munizioni extra.

Nello specifico la polizia è stata contattata venerdì intorno alle 16:30, ora del Pacifico, riguardo a un uomo con “una pistola caricata in una fondina da spalla e un distintivo che indicava che era un U.S. Marshal”, ha detto un portavoce del Dipartimento di Polizia di Los Angeles al Washington Post. Gli agenti della LAPD sono arrivati poco dopo e hanno arrestato l’uomo, che la polizia ha identificato come Adrian Paul Aispuro, 44 anni.

A seguire, vi proponiamo il suo illuminante discorso dello scorso 20 giugno 2023 al Saint Anselm College a Goffstown, nel New Hampshire. Robert Kennedy Jr sta sfidando alle primarie del Partito Democratico il giurassico presidente in carica Joe Biden. Le elezioni si terranno l’anno prossimo.

Kennedy nel suo discorso ha espresso la sua visione sulle sorti del suo Paese, sull’attuale conflitto in Ucraina e sul pericolo di una guerra atomica. Robert ha rievocato sempre JFK nelle sue parole. Ne ha rievocato i discorsi in piazza, le gesta, le strategie, gli aneddoti, l’autonomia. Suo zio, ha raccontato, gli ha insegnato che per risolvere una situazione di conflitto bisogna mettersi nei panni del proprio avversario.

Concetto rivoluzionario per i tempi che corrono caratterizzati dal conformismo e dal pensiero unico. 

Ascoltiamo.

VIDEO

Tag: